La storia di Caparsa, di Roberto Giuliani, Lavinium.com

Con grandissimo piacere è stato pubblicato su Lavinium.com, uno dei migliori siti di giornalismo enogastronomico, la Storia di Caparsa e di Paolo Cianferoni.

Con grande emozione riporto il link di accesso:

http://www.lavinium.com/simposi2010/giuliani_doppia_verticale_doccio_a_matteo_caparsino_2010.shtml

 

(Visited 16 times, 1 visits today)

4 pensieri riguardo “La storia di Caparsa, di Roberto Giuliani, Lavinium.com”

  1. Ciao Paolo,vedo con grande piacere che giorno dopo giorno i tuoi vini stanno venendo capiti ed apprezzati sempre più, cosa che fa particolarmente piacere quando questo avviene da parte di una cerchia di veri conoscitori. Se mi permetti, lo sapevo già da tempi non sospetti della qualità dei tuoi vini e pertanto spero che, e lo dico senza ipocrisia,che il vino riuscirai poi a venderlo adeguatamente (e riscuotere), cosa che mi pare sempre più difficile:-)Cristiano

  2. Grazie Cristiano del commento. Guarda che il percorso lo abbiamo fatto insieme per numerosi anni, io nel mio e tu nel tuo vino di Ispoli, confrontandosi, parlandone e sopratutto assaggiando. Indubbiamente oggi mi sento più sicuro nella produzione di dieci anni fa anche se commercialmente non tanto. In fondo mi (ci) piace farlo il vino ma venderlo è la parte meno bella.

  3. "io nel mio e tu nel tuo vino di Ispoli"
    Ad onore del vero,- ma come ci dimentichiamo velocemente delle cose(!),- ti ricordo che ho fattivamente collaborato- io nel TUO (vino) dal 1999 al 2006,(spesso a gratis), talvolta, in maniera davvero determinante, se gli assemblaggi delle partite che costituiscono poi l’armonia dei vini imbottigliati contano qualcosa…Saranno anche dettagli,ma visto che continuo a considerarti un amico, mi premeva fare questa precisazione.

  4. esatto! Mi riferivo al fatto che tu a ispoli hai sviluppato un percorso di vino eccellente e spesso superiori a quelli di Caparsa.
    Io qui, a caparsa, con te che hai prestato preziose consulenze ci siamo scambiati opinioni che mi hanno aiutato a crescere e penso anche te professionalmente.
    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *