Colpi di Sole

 

 Questo Agosto, dalla metà di Agosto, ci stà riservando una calura con punte di oltre 40 gradi centigradi. L’ambiente, i boschi, le vigne, stanno subendo un grande stress. La cosa più appariscente sono i boschi che improvvisamente si sono tinti di marrone: molti alberi non ce la fanno, ingialliscono le foglie, le stanno perdendo. Non si era mai visto un fenomeno così. Probabilmente Giugno e Luglio freschi, avevano abituato le piante troppo bene ed ora ne subiscono le conseguenze. Per quanto riguarda la vite e l’uva, sento già che qualcuno ha iniziato a vendemmiare i vitigni francesi, ma mi domando con quale qualità. Per il Sangiovese ancora non voglio pronunciarmi, poichè Settembre è il mese decisivo, come sempre. Certo è che se dura così, potremo avere un’annata imprevedibile.

 

 

(Visited 40 times, 1 visits today)

11 pensieri riguardo “Colpi di Sole”

  1. Per me ci si avvicina al 98…. il problema del sangiovese, per lomeno da me, è che comincia un po ad appassire, se piove un po "presto" si riprende se no si farà un vino con aromi inconsueti, buoni da bere mangiando cioccolato nero…! Chianti Classico da dessert!
    la nuova via del futuro!!!

  2. Ma che brevettiamo!
    Appena ieri ho riempito un questionario, alla domanda cosa penso degli OGM?
    Ho detto che sono contro la brevettabilità, non contro la conoscenza. Ora non posso brevettare la marmellata, lasciamo passare qualche giorno! 😉

  3. Ciao ragazzi,
    ieri ho fatto una piccola campionatura del sangiovese destinato a produrre la mia riserva…..
    Alcol potenziale 14,20;
    Ac tot 7,80;
    Ph 3,40….

    Ditemi voi se al 26 agosto sono valori normali……
    Chissà cosa ne salterà fuori…
    Temo che, andando a raccolta canonica (cioè dopo il 20 di settembre) avremo sul serio del sangiovese da dessert.
    Almeno l’uva, grazie alle copiose pioggie di giugno e agosto (in stile 2002), non tende ancora ad appassirsi…..
    Sono un po’ disorientato.

  4. E’ indubbio che allo stato attuale i valori che riporti sono generalmente così.
    Penso però che non ci sarà una maturazione vera e propria degli altri valori fino alla fine di settembre. Prima o poi qualche temporale a Settembre arriverà, per cui le attuali gradazioni diminuiranno. Aspettare, pazientare, a volte può essere molto più proficuo che lasciarsi prendere da inutili interventismi. Prendiamo un lato positivo: quest’anno non occorre sgogliare… 🙂

  5. Ciao Paolo, guardavo anche io i boschi "bruciati" e mi è venuto in mente il 2003 anche se climaticamente non si somigliano molto queste due annate il risultato è molto simile come impatto sul verde (tutto, non solo le vigne).
    qui da me (sopra Sieci in direzione Pontassieve uscendo da Firenze) non ha mai piovuto durante agosto e dopo questo caldo anomalo la situazione è molto delicata per il Sangiovese drammatica per il Fogliatonda e normale per il Merlot… in più le bestie sono più audaci avendo bisogno di dissetarsi e sfamarsi 🙁 …
    In questa settimana prenderò delle decisioni e probabilmente alla fine della prossima inizierò a portare qualcosa in cantina e a vendere un po’ d’uva alla cantina sociale.
    Purtroppo non posso permettermi di attendere troppo visto che già lo scorso anno ho perso tutto causa maltempo e non vorrei ripetere causa "beltempo".

  6. beltempo ..maltempo ..ma il rischio vale …?? per portare poi l’uva ad una cantina sociale dove ”il portatore” chiamato”socio” è solo un ”abituale fornitore ” e basta..(spesso anche ”fesso o becco e bastonato ” ) ..forse è un’altro tipo di colpo di sole…

  7. gentilissimo thomas..mi sono permesso di prendere solo spunto x fare osservazioni che non interesseranno a nessuno.. è un mio pensiero ”sul socio medio o standard”di una cantina sociale di qualche anno fa’,che spero trovi un’ identità più vera..nei tempi attuali .. tutto qua. auguri x la raccolta

  8. Per carità.. Sono anche d’accordo.la cantina sociale mi aiuta a smaltire quella eccedenza di uva di minor qualitá che la.mia cantina non puo assorbire… Ma non faccio questo lavoro solo per conferire uva ma per cecare di produrre un buon vino 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *