Il Davide Matassini Pensiero su manifestino contro i diserbanti

noi il vino chianti classico lo facciamo senza diserbanti

diserbante1

Cari Viticoltori, tutti,
Paolo Cianferoni che tutti conoscete, mi ha messo al corrente del “ grande scalpore” (al momento ben quattro commenti, un successo !!) che ha suscitato l’iniziativa locandina con annesse cartoline sul tema dell’ uso dei diserbanti in vigna.
In tutta sincerità Paolo ha scritto una risposta a questi commenti, un post mi ha detto, che gentilmente mi ha inviato per farmelo leggere e magari integrare.
Poiché sono abituato a farle da solo queste cose, le risposte, e tal volta anche le domande, ho ringraziato, ed ho chiesto a Paolo di attendere qualche giorno prima di inviare una risposta e darmi il tempo di farlo personalmente, chiedendogli gentile ospitalità all’interno del suo blog, spero di non sbagliare termini, blog, post ……
Il caro amico Paolo, mi ha anche consigliato di essere breve, perché? Perché, oggi si fa così mi ha detto e comunque già lo ringrazio.

Bene, ecco il  DavidMatassiniPensiero:

Paternità dell’ iniziativa: David Matassini. Nome in codice : TERRA CURATA TERRA INNAMORATA ovvero Noi: leggi PRODUTTORI il VINO nel CHIANTI lo facciamo senza quella roba là.
Motivazione: una mattina di primavera, questa, passeggiando sopra casa mia, zona S. Giusto in Salcio (Radda in Chianti) mi imbatto, in forte contrasto con la bella e rigogliosa vegetazione circostante, in una VIGNA trattata con DISERBO, con gli effetti che tutti voi potete immaginare (vi allego foto) diserbo_matassini
Reazione : Sdegno della REALTA’,(non delle cose, come in S. Agostino), ma DELLA VIGNA, e questa volta nel senso di S. Agostino. Elaborazione: CORAGGIO, ragazzi, le VIGNE (cose, in S. Agostino) si POSSONO CAMBIARE e anche questa volta nel senso di S. Agostino. Azione: Innocua, quasi puerile, (un educanda incazzata avrebbe concepito qualcosa di più incisivo), produzione di manifestino. Manifestino, sul quale si è aperto durante la sua preparazione ampio dibattito sui termini, sulle virgole, posizione dei nomi delle aziende e addirittura sui colori che avrebbero potuto infastidire l’uno o l’altro produttore, roba, vi assicuro da far rinunciare all’iniziativa. NON HO MOLLATO !! e il prodotto è quello che conoscete. Secondo me qualche casa produttrice di diserbanti ne risentirà fortemente.
Finalità : IO, non noi, VOGLIO, e non vorrei, che LA NOSTRA, e non mia o tua, TERRA NON sia PIU’ AVVELENATA !
Diserbante legale o illegale, che io beva VINO o ACQUA per me sempre VELENO E’.
Ricordiamolo, siamo sempre
solo dei PROVVISORI GESTORI di un vero BENE COMUNE, che tanto di moda è adesso. Anche un po’ di retorica che non guasta mai  :-  Quale TERRA vogliamo lasciare ai nostri figli e figlie ? È vero, andare troppo per il sottile è difficile, lo riconosco, e come diceva sempre l’Agostino, sono tempi cattivi, dicono gli uomini, VIVANO BENE ed i tempi saranno buoni. NOI SIAMO I TEMPI. Alla faccia dei primini della classe, degli esibizionisti, e anche di facebook…
A completa, e gratuita, disposizione per la prossima dirompente azione.
Saluti a TUTTI
David Matassini
Ps:, consiglio la lettura del bel libro di EMILIANO GUCCI ( ed. Laterza ),”Sui pedali tra i filari, da Prato al Chianti e ritorno“ soprattutto dei capitoli “Terre a mano in difesa della natura” e “ Convenzionale, naturale, bio VINO? “, notevoli, a riguardo del tema.

(Visited 159 times, 1 visits today)

3 pensieri riguardo “Il Davide Matassini Pensiero su manifestino contro i diserbanti”

  1. Condivido al 100% , ma lo sapete che il diserbante non è probabilmente la peggiore delle molecole usata in vigna?
    Il diserbante ha il grosso vantaggio, per chi è contro, di essere visibile…. ma ci sono fungicidi ed insetticidi invisibili ben peggio per cui forse converrebbe andare oltre il visibile per essere credibili.

    1. A me interessa il percorso che può innescare l’abolizione del diserbo. Lo so che ci sono migliaia di prodotti altrettanto pericolosi e invisibili, ma il diserbo rappresenta un inizio di percorso per il bene della collettività. Se i “grandi” fino a pochi giorni hanno usato il diserbo, ma oggi smettono, è già un risultato. E noi “piccoli” non dobbiamo pensare che poi loro ci fanno concorrenza…

      1. Si ma il 99,9x della gente si ferma a quello che vedono, e il diserbo va bene si vede…. ma è troppo facile, non è nemmeno l’inizio del percorso, potrebbero senza problemi lavorare una volta sotto la fila per poi dare gli erbicidi pre crescita, l’unica differenza e che non vedresti erba, per cui niente erba gialla, come un biologico che lavora con precisione il terreno sotto la fila per esempio.
        E mi sembra importante educare la gente a chiedere di più, a chiedere la verità di quello che non si vede!
        Tutto li.
        E poi non credere che solo i grandi danno diserbo…. c’è anche chi ha l’orticelo che lo da, per dire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *